MENU
[wpdreams_ajaxsearchlite]

Le proprietà dell’oro

Come e perché l’oro ci fa belli

Le proprietà dell’oro

L’oro è impiegato in cosmetica in virtù della sua natura e delle sue proprietà.

Essendo un metallo estremamente malleabile, può innanzitutto essere lavorato e trasformato in foglie sottilissime che si applicano sulla pelle senza alcun fastidio o frizione.

L’oro è biologicamente inerte: per questo non provoca effetti collaterali indesiderati sulla pelle. Inoltre non si altera a contatto con l’aria, con l’acqua e con agenti chimici come gli acidi (ossidanti) e le basi in soluzione acquosa: questo gli consente di agire come uno schermo contro l’ossidazione delle creme impiegate nei trattamenti.

L’oro, inoltre, non reagisce con lo zolfo e con il selenio e può pertanto essere impiegato insieme o in combinazione  con prodotti cosmetici che contengono zolfo (come i fanghi e le acque termali) o selenio (molto utilizzato nelle creme antirughe e anti-age).

Sono invece le proprietà fisiche del minerale a rivestire un’importanza decisiva nella sua capacità di donare splendore alla pelle: i micro-cristalli d’oro riflettono la luce, conferendo una sorprendente luminosità ai cosmetici. Questo effetto, detto “soft focus”, provoca una diminuzione della percezione delle rughe, paragonabile a quello che in fotografia è noto come “effetto flou”: una luminosità diffusa e cangiante che arricchisce di riflessi sorprendenti qualsiasi make-up.

Un’altra caratteristica fisica dell’oro è la piezoelettricità grazie alla quale migliora la microcircolazione, favorisce il drenaggio dei liquidi stagnanti e favorisce i processi rigenerativi dei tessuti cutanei.